Make your own free website on Tripod.com

Glossario

Considerato l'enorme varieta' di teminologie utilizzate nel campo astronomico un glossario e' indispensabile per capire il significato dei termini, questo glossario e' inoltre concepito per la lingua italiana ed inglese, in quanto molte dei termini utilizzati sono di origine inglese, o comunque sfogliando il Web o le riviste straniere si trovano in questa lingua.
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

:
A      Back to top of glossary
Alt-az mount A mount on which one axis moves up and down (altitude) and the other axis moves around to the left and to the right (azimuth).
Apertura E' il diametro dell'obiettivo
APO apochromatic
ATM Abbreviazione per Amateur Telescope Maker.
B      Ritorna al glossario
C      Ritorna al glossario
Cat Abbreviation for catadioptric scope.
Catadioptric scope A telescope that combines both reflecting and refracting elements.
Cerium Oxide A polishing agent (CeO), sometimes abbreviated to "cerium." Preferred by many over rouge because it doesn't stain like rouge.
Cervit™ A brand-named low expansion glass.
Chordal stroke A grinding stroke used during hogging to remove large quantities of glass quickly. In this stroke, you grind mirror on top with the center of the mirror over the edge of the tool. You grind first on one chord, rotate mirror and tool, then on another, and so forth. Picture a stop sign (an octogon) - that's the pattern the center of your mirror will make after you have done a few wets.
Coma È l'aberrazione che subiscono le immagini esternamente all'asse ottico, praticamente l'immagine è sempre più confusa man mano che ci si allontana dal centro del campo inquadrato.
È un difetto tipico che affligge i telescopi riflettori che hanno lo specchio parabolico ed è particolarmente fastidioso per la fotografia astronomica, a tal scopo esistono degli accessori, denominati correttori di coma, che ne limitano gli effetti.
Nell'osservazione visuale, è sufficiente mantenere l'oggetto da osservare al centro del campo.
D      Ritorna al glossario
Dobsonian mount A simple, low-cost alt-azimuth mount, popularized by John Dobson, for whom this mount style is named (rumor has it, much to his displeasure).
E      Ritorna al glossario
Equatorial mount A type of telescope mount in which one axis is parallel to the earth's spin axis.
F      Ritorna al glossario
Figuring The final stage of grinding a mirror. At this stage, your mirror is already polished. You use altered stroke patterns, altered laps, or other techniques to turn your sphere into a parabola (assuming you are making a Newtonian or similar design). After this, it's off to the coater.
Fine grinding The stage of grinding after rough grinding in which you improve your sphere, remove pits, and prepare for polishing. You start with fairly coarse grits like 220 and proceed one by one to the finest grits (5 micron aluminum oxide or so) during this stage.
Focal length The length at which parallel rays of light are brought into focus for a particular lens or mirror.
Focal ratio A ratio of the focal length and diameter of a mirror or lens.
Focheggiatore La parte del telescopio che sostiene l'oculare.
Permette, con il movimento in avanti ed indietro, la messa a fuoco dell'oggetto inquadrato e viene sempre fornito con lo strumento.
Le dimensioni caratteristiche si riferiscono al diametro dell'oculare che possono adottare (24,5 - 31,8 - 50,8).
Foucault test A test of optical surfaces, developed by Leon Foucault, a French optician. The test uses reflection and geometrical optical principles to amplify shadows of defects on the mirror so that they are easily visible.
G      Ritorna al glossario
Grit Grinding powders, silicon carbide (SiC) or aluminim oxide (Al2O3). For a conversion chart comparing different size scales, visit Newport Glass Work's site at http://www.newportglass.com/grit.htm.
H      Ritorna al glossario
Hogging The initial rough grinding you do to put the initial curve in your mirror. You do not need to worry as much about obtaining the correct figure at this point, just getting your mirror close. Rough grinding will produce the spherical shape you are aiming for.
I      Ritorna al glossario
Ingrandimenti Per determinare gli ingrandimenti di un telescopio basta dividere la lunghezza focale del telescopio per quella dell'oculare (es. focale del telescopio 1000 mm. / oculare K. 10 mm. - 1000 : 10 = 100 ingrandimenti). Gli ingrandimenti vengono accompagnati da una "x" (es. 100x). Più è piccola la focale dell'oculare, più alto è l'ingrandimento ottenibile.
J      Ritorna al glossario
K      Ritorna al glossario
L      Ritorna al glossario
Lente di Barlow La lente di Barlow è un dispositivo che permette di aumentare l'ingrandimento.
L'effetto è ottenuto allungando la lunghezza focale del telescopio.
Così una Barlow 2x raddoppia l'ingrandimento, una 3x lo triplica.
Questo tipo di lenti non avevano in passato una buona fama a causa della pessima qualità delle ottiche.
Le Barlow attuali possono costituire una discreta possibilità per espandere la quantità di oculari disponibili.
Una dotazione di oculari di 6mm, 9mm, 15mm, 24mm ed una Barlow 2x può rappresentare una soluzione economicamente vantaggiosa in attesa di acquistare altri accessori.
In questo caso l'unica limitazione viene dall'utilizzo della Barlow con l'oculare da 3mm: portarlo a 1,5mm nella maggioranza dei casi non comporta alcun miglioramento a causa dei limiti imposti dalle ottiche dello strumento nel suo complesso.
Lunghezza Focale È la distanza percorsa dal fascio di luce dall'obiettivo al piano focale.
M      Ritorna al glossario
MA When referring to eyepieces, means "modified achromat."
ma Refers to the "minor axis" (smaller axis) of a diagonal mirror - the most common manner of specifying diagonal size.
Millies-Lacroix Adrien Millies-LaCroix. Usually refers to a a graphical method of interpreting Foucault test data.
MOT Abbreviation for "mirror on top."
microfacet Small "facets" added to a pitch lap by pressing a netting (plastic window screening, vegetable-bag netting, bath-type scrubby, etc.) material into the lap.
N      Ritorna al glossario
Newtonian scope A reflecting telescope that uses a large mirror (the primary) which reflects light to a smaller mirror (the secondary) which reflects light out the side of the tube to the eyepiece.
O      Ritorna al glossario
Obiettivo È la parte dello strumento destinata a raccogliere la luce.
Nei rifrattori è la lente che punta verso il cielo, al lato opposto dell'oculare; nei riflettori è lo specchio sul fondo del tubo ottico.
Il suo compito è quello di convogliare il fascio di luce raccolto verso un unico punto.
Con l'aumentare del diametro dell'obiettivo, cresce la luminosità di ciò che si osserva ed aumenta il potere risolutivo.
Oculari Elemento indispensabile di un telescopio, ha la funzione essenziale di ingrandire l'immagine.
Esistono vari tipi di oculari.
Su ogni oculare vi sono delle lettere e dei numeri.
Le lettere si riferiscono al tipo di oculare (SR=Speciale Ramsden; F=Fraunhofer; H=Huygen; K=Kellner; KE=Kellner Earfle; PL=Plossl), mentre i numeri indicano la focale dell'oculare.
Esistono inoltre due tipi di diametri degli oculari:
- Ø 24,5 mm. è la misura standard che normalmente correda gli strumenti in commercio.
- Ø 31,8 mm. è la misura professionale che viene usata dagli utenti più esigenti.

Brevemente, i tubi ottici dei telescopi forniscono un'immagine piccolissima dell'oggetto cui sono puntati: l'oculare funziona come lente d'ingrandimento, permettendoci di vedere un'immagine più grande. L'ingrandimento di un oculare è dato dal rapporto tra la lunghezza focale del telescopio ( F tel ) e la lunghezza focale dell'oculare ( F ocul. ) quindi:

I = F tel / F ocul

Questi piccoli "barilotti" sono disponibili con diametri differenti: 24,5 o 31,8 o 50,4 mm a seconda delle dimensioni del focheggiatore del telescopio.
La lunghezza focale è sempre espressa in millimetri (da 4 a 40mm generalmente). È buona regola non eccedere nell'acquistare oculari del diametro 24,5 se si ha l'intenzione anche remota di passare in futuro ad un telescopio che adotta diametri superiori.
Benchè esistano degli adattatori, difficilmente continuerete ad usarli.
Oculari a corta focale hanno un potere d'ingrandimento ridotto, viceversa quelli a lunga focale hanno un potere d'ingrandimento elevato.

Esistono diversi tipi di oculari, a seconda del numero e del tipo di lenti utilizzate.

I più comuni sono i Kellner, identificabili da una K prima dell'indicazione della lunghezza focale: poco costosi, hanno un campo apparente abbastanza ristretto (30-50 gradi), sono acromatici e rappresentano un ottimo compromesso tra qualità e prezzo solo nel caso di utilizzo con telescopi economici.

Gli ortoscopici (Or) sono tra i migliori oculari, composti da quattro lenti, sono corretti dalle aberrazioni hanno un campo ristretto ed un prezzo ottimo per le buone prestazioni che offrono.

I Plõssl sono ancora migliori, composti da quattro lenti hanno un campo apparente di 35-50 gradi. Non sono economici ma oculari di questa classe non fanno rimpiangere i soldi spesi.

I Nagler (o le serie Super e Ultra-Wide) sono oculari composti da sei-otto lenti e pesanti, con un campo apparente vastissimo (superiore ad 80 gradi) e con una correzione pressoché totale delle aberrazioni. Uno di questi oculari può costare quanto un piccolo telescopio! Hanno prestazioni superiori ai tipi precedenti esono da abbinarsi a telescopi di elevata fattura.
OTA Optical Tube Assembly (the tube part of the telescope, not including the mount)
P      Ritorna al glossario
Piano Focale È il piano su cui giace l'asse ottico del telescopio e/o dell'oculare. La messa a fuoco dell'oggetto inquadrato, che avviene muovendo il focheggiatore, si ha facendo coincidere il piano focale del telescopio con quello dell'oculare.
Pitch A substance derived from tree sap used as a base for polishing mirrors.
Pitch lap A surface made of pitch against which you rub the mirror with specific grits to polish.
Plate A type of glass (window glass) commonly used for mirrors. Plate glass typically has a green color.
Polishing The stage of mirror making where you
Primary Shortened form of primary mirror. The main mirror in a telescope.
Pyrex® A type of glass with a lower coefficient of expansion (also harder) than plate glass. Generally, Pyrex is colorless.
Q      Ritorna al glossario
R      Ritorna al glossario
Raddrizzatore d'immagine Questo accessorio permette di effettuare osservazioni terrestri.
Normalmente i raddrizzatori hanno anche un potere di ingrandimento che varia a seconda dei modelli, da 1x a 3x.
Riflettore - Reflector Un tipo di telescopio che utlizza uno specchio per riflettere la luce.
Riflettore di Newton - Newton Reflector
Telescopio riflettore. Utilizzato per primo da Newton. E' composto da uno specchio primario concavo a sezione parabolica e da uno specchio secondario, che secondo un angolo di 90°, devia all'oculare i raggi luminosi riflessi dallo specchio principale.
Refrattore - Refractor Telescopio che funziona utilizzano un obiettivo composto da due lenti accoppiate che correggono gli effetti delle aberrazioni cromatiche e geometriche.
ROC Abbreviation for "radius of curvature."
Rouge A polishing agent, stains everything red, too. Fe2O3
Rough grinding The stage of grinding after hogging in which you produce a good, spherical shape. Generally, you use the coarse grits like 120 for this stage.
RTMC Riverside Telescope Maker's Conference, an annual ATM event held over Memorial Day weekend.
RTV Room Temperature Vulcanizing. A silicone-based adhesive, the clear version of which is used to glue a mirror to its cell. Cures with exposure to moisture.
S      Ritorna al glossario
Sagitta The vertical depth of the curve of a spherical mirror. Lay your mirror on its back. Carefully lay a ruler across its diameter. The distance, at the center of the mirror, from the ruler to the mirror surface is the sagitta.
SCT Schmidt-Cassegranian Telescope. A catadioptric telescope.
Secondary Shortened form of secondary mirror. A smaller mirror which redirects the reflected light created by the primary.
Sleek A very fine scratch visible at only certain angles. Sleeks are found during polishing, usually being caused by impurities in the polishing compound or other contaminates.
T      Ritorna al glossario
TCT tilted-component telescope
Tex Either refers to Jean Texereau or a program written to reduce figuring data, called TEX.
TN Telescope Nut, termed used frequently in the ATM 1, 2, and 3 books
TOT Abbreviation for "tool on top."
Trepanning The process of boring/drilling a hole in the center of a mirror for the purpose of making a pierced-mirror design, like a Cassegranian.
Tubo Ottico È il telescopio vero e proprio ed è formato dal tubo che contiene l'obiettivo.
Può essere venduto separatamente dal resto degli elementi (montatura, treppiede, oculari ecc.) che nell'insieme formano lo strumento completo.
U      Ritorna al glossario
V      Ritorna al glossario
W      Ritorna al glossario
X      Ritorna al glossario
Y      Ritorna al glossario
Z      Ritorna al glossario
Zerodur® A brand of low-expansion glass.